FANDOM


Lief è
DeltoraAnime

Lief in Deltora Quest, in primo piano.

il protagonista della saga di Deltora. Ha recuperato le Sette Pietre della Cintura di Deltora con l'aiuto di Barda e Jasmine. Poi ha scoperto di essere l'erede al trono ed è divenuto re di Deltora. Ha poi salvato nella seconda trilogia, tutti i prigionieri nelle Terre dell'Ombra, e infine ha ucciso le Quattro Sorelle con l'aiuto dei draghi di Deltora.

BiografiaModifica

Lief nasce a fine estate (non si conosce il mese preciso) da re Endon, re di Deltora al tempo della conquista da parte del signore dell'Ombra, e dalla regina Sharn. Cresce nella fucina del fabbro di Del, dove il padre e la madre lo allevano come un uomo del popolo, insegnandogli però la lettura, la matematica, la scrittura e facendogli imparare la storia del suo paese, studiando il libro La Cintura di Deltora.

Le Foreste del SilenzioModifica

Nel primo libro, Lief viene visto correre verso casa il giorno del suo sedicesimo compleanno, per evitare di essere scoperto dalle guardie durante il coprifuoco che entra in azione dopo il tramonto, che ha infranto accidentalmente essendo rimasto a divertirsi con gli amici per tutto il giorno. Viene aiutato a tornare alla fucina, inconsapevolmente, da Barda. A casa i genitori gli donano una spada (il padre) e un mantello (la madre) e gli narrano un racconto contraffatto per fargli credere di essere Jarred e Anna, amici di Endon e Sharn, e che i veri sovrani sono nascosti in un luogo sicuro con l'erede. Poi offrono al figlio la possibilità di recuperare le pietre e trovare l'erede, missione che il figlio accetta. Con sgomento scopre che Barda, l'uomo che mendica davanti alla fucina, è in realtà una ex-guardia del palazzo, fuggita la notte prima della battaglia degli Ak-Baba.

I due si allontanano dalla città, diretti verso le Foreste del Silenzio, e imboccano incautamente il sentiero di Wenn Del, venendo catturati dagli Wenn e offerti in sacrificio al Wennbar. Vengono salvati da Jasmine, orfana che vive nelle Foreste insieme a un corvo di nome Kree e a una piccola creatura pelosa chiamata Filli, dopo un iniziale diverbio causato dal fatto che la ragazza crede che i due siano Guardie Grigie. Il Wennbar li insegue cercando di farli scendere da un albero, e qui i tre scoprono che il mantello di lief rende invisibili. Poi Lief e Barda si fanno guidare fino al Buio, il centro della Foresta di mezzo, e affrontano Gorl, che viene infine sconfitto da Jasmine e da un albero. Poi lief guarisce barda usando i gigli della vita cui il mostro faceva la guardia. Poi accetta che Jasmine si unisca a loro.

Il Lago delle nebbieModifica

Lief e il gruppo proseguono verso il Lago delle Nebbie. i tre incontrano un uomo che sorveglia un ponte, che offre loro di farli passare a patto che risolvano un enigma a testa. Lief viene tratto in inganno dalla sua domanda, e il gigante gli offre di scegliere una affermazione vera o falsa, se vuole morire decapitato dovrà essere falsa o se preferisce morire strangolato dovrà essere vera. Lief risolve l'enigma affermando "mi taglierai la testa", cosicchè il gigante non possa fare nulla. La creatura ritorna ad essere un aquila, trasformata in uomo da Taeghan perchè cercò di ingannarla, finchè verità e menzogna non fossero una cosa sola, cosa che Lief ha reso possibile. Lief cade poi nel burrone ma viene salvato dalla stessa aquila, grata al ragazzo.

Lief salva poi un Ralad, Manus, e viene catturato con i compagni da due creature, i figli di Taeghan Jin e Jod, che vogliono divorarli. Poi venogon salvati da manus, e uccidono le due creature affogandoli nella loro trappola di sabbie mobili. Arrivano a Raldin sotto la guida dell'amico, che poi scopre l'ingresso sotterraneo segreto. Infine giungono al Lago, e Lief riesce grazie al topazio recuperato da Gorl a far rinsavire il gigantesco Soldeen. Dopo un combattimento con la maga Taeghan, che viene uccisa da Kree, i tre recuperano la seconda pietra, il rubino.

La città dei topiModifica

Nel terzo libro, il gruppo prosegue lungo un sentiero circondato da rovi, dove viene catturato dagli undici figli superstiti di Taeghan, che vogliono catturarli e mangiarli per vendette. Grazie a un astuto stratagemma, Lief fa in modo che i mostri si uccidano l'un l'altro, mentre Filli apre un varco nella rete in cui sono intrappolati. Poi Lief si reca alla bottega di Tom, e ottiene dal negoziante alcuni utili strumenti per proseguire, e acquista grazie a Jasmine tre Pasticciati. Giunti per errore a Norat, vengono catturati dopo che gli abitanti, che temono tutti le creature piccole e pelose, vedono Filli. Vengono aiutati a fuggire da tira, una ragazza che Lief salva da un accusa,molto grave a Norat, di aver fatto cadere il cibo. Giunti poi alla Città dei Topi, Lief viene attirato da Reeah, che vuole ucciderlo, ma il mostro viene ucciso da Jasmine. Ottengono così l'Opale.

Il Deserto delle Sabbie mobiliModifica

Il gruppo si dirige verso il Deserto per recuperare la quarta pietra. Incontrano l'Ape Regina una donna che coltiva mele e che controlla le api. Poi raggiungono un paese, Rithmere, e partecipano al torneo, vincendo 1300 monete d'oro, cento per ogni finalista e mille per il vincitore assoluto (Jasmine). Vengono catturati dalle guardie, e liberati da un uomo incontrato da Tom, Destino delle Colline. I tre proseguono verso il Deserto, e dopo aver vagabondato per giorni Lief si perde durante una tempesta, e comprende dove trovare la pietra e come ottenerla. Raggiunge il Centro, un vulcano spento in mezzo al desero, e vi entra, sfidando l'Alveare, un entità formata da insetti simili a sabbia. Ottiene così il lapislazzuli.

La Montagna del TerroreModifica

LIef è il primo a incontrare i Kin alla fonte dei sogni. Salva prin dalle Guardie, e questo gli fa guadagnare la benevolenza della tribù. Poi il gruppo con i Kin vola alla montagna, e qui combatte contro un Vraal venendo salvato da Prin. Combattono Gellick, e alla fine Lief lo trasforma in un albero con l'acqua della Fonte dei Sogni. Ottiene così lo Smeraldo, e l'amicizia degli Gnomi della Montagna, convincendoli a non cacciare i kin.

Il Labirinto della BestiaModifica

Lief combatte e uccide un Ol che stava per strangolare Barda, e lo salva. Aiuta poi Dain a tornare alla base della Resistenza, e lui e i suoi compagni vengono tenuti sotto controllo per tre giorni, come misura anti-Ol. Poi fuggono con Dain e decidono di separarsi. Si reincontrano sulla Regina del Fiume, dopo aver incontrato Steven. Vengono catturati dai pirati che stavano inseguendo, e gettati nel labirinto. Qui lief trova l'Ametista, e un modo per uscire da quella caverna. Poi scappano dal covo dei pirati.

La valle degli incantesimiModifica

Lief e il guppo trovano Dain e insieme riescono a raggiungere Tora. Poi incontrano Neridha e Destino, e Lief accetta che Neridha si unisca al gruppo. Giunto alla Valle, Lief riesce a risolvere l'enigma, e ottien il premio dal Guardiano. Poi uccide le quattro creature cresciute sul corpo dell'uomo. Recupera il Diamante dal corpo di Neridha.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.