FANDOM


  • La copertina originale del libro.
  • La copertina italiana del libro.
La Montagna del Terrore
(Dread Mountain) è il quinto volume della serie Il magico mondo di Deltora (Deltora Quest), preceduto da Il Deserto delle Sabbie Mobili e seguito da Il Labirinto della Bestia.

Prima parte - Questo è il NemicoModifica

Stanchi per il lungo viaggio, LiefBarda e Jasmine si fermano alla Fonte dei Sogni, uno strano posto circondato da alberi che perfino Jasmine non riesce a comprendere, notando che sono muti ma soprattutto identici tra loro. Durante il sonno, Lief ha un incubo: si trova nella fucina di Del, a casa sua, ma i genitori non ci sono, e prima di svegliarsi il ragazzo nota su una parete il marchio del Signore dell'Ombra. Svegliatosi in un mare di sudore, Lief cerca di rilassarsi facendo un giro, ma alla Fonte incontra una piccola Kin che si presenta come Prin, con cui fa subito amicizia. Tuttavia, arrivano delle Guardie Grigie che catturano la nuova amica, ma prima di farle del male bevono un sorso delle Fonte e come per miracolo si trasformano in alberi identici a quelli visti prima dai tre viandanti. La tribù dei Kin, svegliata dal baccano, ringrazie Lief e compagni per aver protetto Prin, l'unica cucciola della tribù. Per sdebitarsi, tre di loro, AilsaMerin e Bruna, si offrono di accompagnarli alla Montagna del Terrore, ma Lief rimane scioccato dalla rivelazione che il suo incubo era la realtà, in quanto l'acqua della Fonte non solo trasforma i malvagi in alberi, ma permette di visitare in sogno ciò a cui si pensa mentre la si beve. Così il ragazzo e Barda decidono di recare visita a Jarred in sogno, e lo trovano nelle prigioni del palazzo di Del; assistono all'incontro tra il fabbro e Fallow, il governatore di Deltora in vece del Signore dell'Ombra, che lo interroga sulle storie di tre uomini che hanno ucciso alcuni servitori importanti del suo Padrone. Jarred riesce a fingere che suo figlio Lief sia scappato di casa spezzando il cuore dei suoi genitori, ma il ragazzo riesce a percepire la soddisfazione del padre alla notizia che la missione sta andando bene.

Il viaggio nel marsupio delle Kin non è dei migliori, ma alla fine i viandanti riescono a arrivare alla Sosta dei Kin, alle pendici della Montagna. Qui trovano una lapide dedicata a Destino delle Colline, da cui deducono che il capo della Resistenza usa un nome falso. Dopo essersi separati dalle Kin, tuttavia, vedono che Prin li ha seguiti di nascosto, desiderosa di vedere il luogo d'origine della sua tribù. Prima che possa atterrare, la Piccola viene colpita da una freccia degli Gnomi della Montagna del Terrore, e solo la linfa dei Gigli della Vita le permette di riprendere conoscenza. Proprio in quel momento arriva un Vraal, una delle creature più mortifere del Nemico, che Barda e Lief riescono a scacciare solo con l'aiuto di Prin. Incamminatosi verso la cima della Montagna, Lief e compagni arrivano a una porta, che poi si rivela essere una trappola da cui Jasmine si salva per un soffio.

Seconda parte - O la va o la spaccaModifica

Entrati nella Montagna, i viandanti si ritrovano chiusi in una camera con poca aria, altra trappola degli Gnomi. Bevendo l'acqua della Fonte, Lief, Barda e Jasmine assistono a uno spettacolo sgradevole: gli Gnomi ridotti in schiavitù da Gellick, un gigantesco rospo talmente malvagio da uccidere chiunque non gli vada a genio. Ascoltando le parole di alcuni Gnomi, Barda capisce che lo specchio nella cella è in realtà una finestra incantata, per cui riescono a fuggire di lì, ma gli Gnomi li intercettano e per poco Jasmine non muore colpita dal veleno delle frecce degli Gnomi. Barda e Lief, facendo leva sull'orgoglio degli Gnomi, riescono a convincerli a tentare una sortita contro il loro tiranno. Così si fanno accompagnare alla camera del tesoro, dove vive Gellick, da Fa-GlinGla-Thon e Ri-Nan; ma, prima che possano attaccare il nemico nel sonno, Ri-Nan li tradisce svegliando Gellick. Inoltre le bombe-pustole prese alle Guardie risultano inefficaci contro il rospone, in quanto il veleno presente nelle uova non è altro che quello dello stesso Gellick. I ribelli cercano di nascondersi sotto i cumuli d'oro, ma Gellick riesce a scovare Lief; prima di essere colpito dal veleno, tuttavia il ragazzo riesce a lanciare la borraccia piena di Acqua dei Sogni nella bocca del mostro, che si trasforma in un albero da cui cade lo smeraldo, la quinta pietra della Cintura di Deltora.

Poco dopo arrivano i Kin, che gli Gnomi inizialmente cercano di uccidere ma, con la mediazione dei loro salvatori, i Kin possono finalmente ritornare nel loro luogo d'origine. Lief saluta Prin prima di incamminarsi verso le mete successive, ansioso di liberare i suoi genitori quanto prima.

Liste di personaggi e luoghiModifica

PersonaggiModifica

LuoghiModifica

Liste di creature e pianteModifica

CreatureModifica

PianteModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.