FANDOM


  • La copertina originale del libro.
  • La copertina italiana del libro.
L'Isola delle Tenebre
(Isle of the Dead) è il terzo volume della serie Il segreto di Deltora (Deltora Quest 3, Dragons of Deltora), preceduto da La Porta delle Ombre e seguito da La Notte dei Draghi.

Prima parte - Punta dello ScheletroModifica

Dopo essersi riposati presso gli Gnomi della Montagna del Terrore, mentre vengono trasportati in volo dalle Kin Ailsa, Bruna e Prin, in direzione di Tora, Lief, Barda e Jasmine vengono inseguiti dal Drago dello Smeraldo, furioso per il fatto che lo smeraldo venga portato fuori dal suo territorio. Dopo essere stati costretti ad atterrare, Lief riesce a far ragionare il Drago, anche se la separazione è tutt'altro che cordiale. Scoprono di essere atterrati a Punta dello Scheletro, in prossimità di un faro importante per i commerci di Deltora con le nazioni al di là del mare. Dato che le Kin per decollare necessitano di un luogo elevato, Lief e compagni entrano nel faro, però la costruzione è permeata di magia e iniziano a vedere immagini del passato, che narrano la storia di Verity, figlia dell'ultimo guardiano del faro, Han il Rosso. Nel tentativo di scoprire cosa è successo per costringere Han a sparire senza dare le dimissioni, cosa necessaria per permettere a un nuovo guardiano di insediarsi nel faro, Lief apre la camera della fiamma, però la magia degli antichi Torani lo respinge assieme ai suoi compagni mandandoli fuori dal faro. Proprio in quel momento inizia una tormenta, probabilmente causata dal Signore dell'Ombra, che allontana la Cintura di Deltora dal regno che deve proteggere; questo la fa surriscaldare, spingendo Lief a cadere in mare per cercare sollievo. Barda lo segue, ma Jasmine e le Kin li perdono di vista.

Lief e Barda vengono incontro a un veliero fantasma, la Fortunata, che si rivela abbandonato. Essendo una bisca galleggiante, ha una stanza di giochi d'azzardo, che funzionano con la magia. Ritrovandosi rinchiusi, per uscire dalla stanza Lief e Barda devono giocare per avere una speranza di sopravvivere. Nel giocare, si ritrovano a vedere gli ultimi giorni di vita di Verity, che era stata catturata dal capitano di quella stessa nave, Jack il Ridanciano. L'usuraio, in realtà al servizio del Nemico, aveva preso in ostaggio la ragazza per costringere il padre Han a spegnere la Luce di Punta dello Scheletro, in modo da ridurre i Deltorani alla fame. Però Han non aveva ceduto, neppure quando il Signore dell'Ombra aveva invaso Deltora, e Jack aveva ucciso Verity in un moto di stizza, non prima di giurare alla sua ciurma che avrebbe condiviso con essa tutto l'oro che aveva, senza prendere neanche una moneta per sé, a meno di non voler scendere tra i rematori. Alla fine, Lief e Barda riescono a uscire e a tuffarsi in mare.

Seconda parte - L'Isola delle TenebreModifica

Al risveglio, Lief e Barda si ritrovano sulla terraferma, nelle Dune Dormienti. Qui incontrano il Drago dell'Ametista, indebolito dal letargo. A salvarlo ci penseranno i Torani, arrivati a loro guidati da Jasmine, che aveva bevuto l'Acqua dei Sogni per capire dove si trovavano i suoi amici. Al seguito dei Torani c'è anche Manus, che ha per Lief un regalo e un messaggio da Tom il bottegaio, che chissà come sapeva dove si trovavano. Nel messaggio è scritto il consiglio di passare da Alila, sua sorella, che si trova proprio vicino all'Isola delle Tenebre. Separatisi dai Torani, Lief, Barda e Jasmine si dirigono verso la loro meta, nel Territorio del Diamante. La bottega di Alila si trova sulla costa di fronte all'Isola delle Tenebre, e i viandanti le chiedono una canoa in noleggio. Arrivati all'isola rossa che si trova prima della meta, Lief e compagni rischiano di essere divorati da gigli carnivori, ma Jasmine li distrugge con le palline di fuoco. Nell'osservare l'isola bruciata, Lief nota lo scheletro di un animale immenso, che si rivela essere il Drago del Diamante. Nel suo grembo però si trova un uovo che si schiude, rivelando un cucciolo di drago con le squame brillanti come un diamante. Lief lo nutre con pezzi di pesce, poi se lo mette in tasca, vicino alla Cintura.

Superato il ponte naturale che collega l'isola rossa a quella delle Tenebre, i viandanti vengono attaccati da una creatura marina, ma vengono salvati dal Drago dell'Ametista, che aveva promesso al suo re di venire in loro soccorso qualora fosse stato chiamato col suo vero nome, Veritas. Entrati nella caverna della Sorella di Ponente, scoprono che il suo custode altri non è che Doran, l'Amico dei Draghi, costretto dal Nemico a fare la guardia al male che aveva tentato di distruggere. Scambiate due parole con il suo vecchio amico, Veritas lo aiuta a morire per distruggere la Sorella, che si trovava all'interno del grande esploratore. Tornati alla bottega di Alila, Lief e compagni scoprono che la persona che aveva noleggiato loro la canoa era in realtà Jack il Ridanciano, il vero guardiano della Sorella di Ponente. Grazie a un trucco di Jasmine, Jack prende una delle monete che Lief e Barda avevano preso sulla Fortunata, e così deve tenere fede al suo giuramento di scendere tra i rematori: infatti in quel momento appare il veliero fantasma, che si riprende il suo capitano. Così Alila torna libera, e uno dei cavalli che trainavano il carro di Jack si rivela essere Han il Rosso. Prima di coricarsi per una nottata di sonno, Lief trova l'ultimo pezzo della mappa di Doran, e con suo grande stupore scopre che l'ultima Sorella è nascosta a Del, la sua città natale.

Liste di personaggi e luoghiModifica

PersonaggiModifica

LuoghiModifica

Liste di creature e pianteModifica

CreatureModifica

PianteModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.