FANDOM


  • La copertina originale del libro.
  • La copertina italiana del libro.
Il Deserto delle Sabbie Mobili
(The Shifting Sands) è il quarto volume della serie Il magico mondo di Deltora (Deltora Quest), preceduto da La Città dei Topi e seguito da La Montagna del Terrore.

Prima parte - La strada per RithmereModifica

Nonostante abbiano già recuperato tre delle sette gemme della Cintura di Deltora, Lief, Barda e Jasmine sono senza soldi e beni di prima necessità; inoltre l'incendio della Città dei Topi, dove era custodito l'opale, viene avvistato da un Ak-Baba, uno dei sette al servizio del Signore dell'Ombra, e così i viandanti non hanno più la garanzia della segretezza della loro missione. Sulla strada per il Deserto delle Sabbie Mobili, Lief e i compagni sentono parlare dei Giochi di Rithmere, e decidono di parteciparvi, sperando di vincere qualche premio per rimpinguare le loro tasche.

Arrivati a Rithmere, si stabiliscono nella Locanda dei Campioni, la cui governante, Mamma Brightly, accetta di ospitare i tre (che si presentano con falsi nomi) anche a basso costo. Il giorno dopo, tuttavia, Lief, Barda e Jasmine si ritrovano chiusi nella loro camera, dopo aver ricevuto una lettera di minacce da ignoti. Mamma Brightly riesce a liberarli in tempo per andare ai Giochi, il cui vincitore finale è Jasmine: la sua vittoria, combinata alla partecipazione alle finali di Lief e Barda, darebbe loro ben 1200 monete d'oro. Ma Mamma Brightly riesce con uno stratagemma a farli catturare dalle Guardie Grigie, come aveva sempre fatto con gli altri vincitori e finalisti, al fine di deportarli nelle Terre dell'Ombra per farne dei gladiatori nell'Arena dell'Ombra e recuperare i soldi. Alla fine i prigionieri vengono liberati da Destino delle Colline, un finalista che si rivela capo della Resistenza, un'organizzazione clandestina che si oppone al Nemico. Egli chiede loro di unirsi alla Resistenza, ma Barda rifiuta dicendo che loro tre hanno una missione da compiere.

Seconda parte - Le Sabbie MobiliModifica

Separatasi da Destino, i viandanti arrivano al Deserto delle Sabbie Mobili, dove dovrebbe trovarsi la quarta pietra. Tuttavia la distesa di sabbia è talmente vasta che non sanno come fare a trovarla, ma il fatto che vengano inseguiti dalle Guardie Grigie li spinge a cercare di attraversare il deserto. Lief inizia ad avere strani presentimenti, come se ci fosse qualcosa di molto pericoloso sotto lo strato di sabbia. Le Guardie quasi li raggiungono, ma prima di poterli catturare vengono divorati da una bestia gigantesca. I tre cercano di andare avanti, ma qualcosa inizia a penetrare nella mente di Lief e a spingerlo a fare gesti strani, come cancellare dei segni. Barda e Jasmine sono preoccupati, per cui si legano con una corda in modo da non perdersi di vista, ma questo non impedisce a una tempesta di sabbia di separare Lief dal resto del gruppo.

Rimasto solo, Lief si incammina verso il Centro, guidato dalla voce che gli è entrata in testa. Prima di raggiungerlo, però, viene attaccato da una Bestia della Sabbia: solo l'intervento tempestivo di Barda le impedirà di uccidere il ragazzo. Giunti al Centro, un vulcano spento, Lief li informa di aver completato la frase di avvertimento che avevano visto all'ingresso del Deserto:

La morte si aggira nella sua roccia eterna
Dove tutti son uno, uno tutto governa
Sotto i morti ci sono i viventi
Nell'insensata brama dell'Alveare dei Venti.

Ciò significa che il Guardiano della quarta pietra altri non è che la Sabbia, o meglio l'Alveare dei Venti. All'interno del vulcano spento si trova infatti una piramide di oggetti recuperati dalle Bestie della Sabbia, sottomesse a una coscienza antica che brama qualsiasi cosa si trovi all'interno del suo raggio d'azione. Legato a una corda, Lief scende nel Cono, attento a non fare alcun rumore che potrebbe disturbare l'Alveare e distraendolo con il fumo. Alla fine il ragazzo riesce a uscire dal vulcano con in mano il lapislazzuli, che li protegge dai pericoli notturni fino a quando escono dal Deserto, diretti alla meta successiva.

Liste di personaggi e luoghiModifica

PersonaggiModifica

LuoghiModifica

Liste di creature e pianteModifica

CreatureModifica

PianteModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.