FANDOM


Il diamante è il simbolo dell'innocenza, della purezza e della forza. I diamanti guadagnati nobilmente e con cuore puro proteggono dalle pestilenze e aiutano la causa dell'amore sincero. Ma state attenti: i diamanti ottenuti con la violenza o l'inganno o desiderati per invidia e avidità sono pessimi presagi e portano sfortuna. Chi li ottiene senza onore si attenda grandi sciagure.

Il grande Diamante è la gemma più preziosa e potente della Cintura di Deltora, oltre che la pietra della tribù dei Jalis.

Aspetto Modifica

D

Un diamante

Il diamante è una pietra dal colore trasparente, che riflette la luce emettendo un bagliore argenteo.

PoteriModifica

Il potere più significativo del diamante è quello di donare forza al suo portatore, in analogia alla grande forza della tribù Jalis che lo possedeva. Aiuta a trovare il vero amore e permette di guarire dalle malattie, anche se non può contrastare i veleni come il rubino e lo smeraldo. Dato che simboleggia anche la purezza e l'innocenza, è l'unica gemma capace di influenzare il destino del suo possessore in base al modo in cui è stato guadagnato: esso può essere conquistato solo senza ingannare il suo vecchio possessore. Nella saga di Deltora vengono raccontate le storie di due persone che hanno ottenuto il diamante con l'inganno: la prima è il Guardiano, che lo ottenne dopo che il Signore dell'Ombra lo rubò a re Endon. Il Guardiano iniziò a condurre la propria vita dentro un'illusione, sfoggiando false ricchezze (per fare un esempio, i cibi pregiati che imbandivano la sua tavola si dissolvevano in cenere appena venivano mangiati). La seconda persona è Neridah, la quale rubò il diamante al Guardiano: non appena si allontanò dal luogo del furto, rimase intrappolata nella Valle degli Incantesimi e morì (nei libri) o comunque venne raggiunta e perse la pietra (nell'anime). Lief invece, superando le prove poste dal Guardiano, riuscì a guadagnarsi la gemma legittimamente ed essa lo riconobbe come proprio possessore.

Come tutte le altre gemme, il diamante è capace di rafforzare i draghi della sua tribù, in questo caso i Draghi del Diamante.

StoriaModifica

CreazioneModifica

Secondo quanto narrato in una delle storie degli Uccelli di Tenna, contenuta in Tales of Deltora, i Torani predissero che l'acqua e il fuoco avrebbero attaccato le Terre dei Draghi, e che da questo sarebbe nato un dono della terra. Il Diamante fu il dono della terra ai Jalis.

La CinturaModifica

Il Diamante fu la prima pietra che Adin inserì nella Cintura. Recatosi a Jaliad, Adin venne indirizzato ad una casa fatiscente, dove un anziano cavaliere di nome Greel gli disse di voler combattere. Anche se Adin cercò di rifiutare, infine il cavaliere lo costrinse ad accettare. Come era prevedibile, dopo una strenua lotta Adin fu sconfitto, ma il guerriero non lo uccise ed anzi lo invitò a una delle festività di Jaliad. Durante la festa, Greel presentò ad Adin il capo del popolo Jalis. In una grande stanza, gli raccontò la storia di Tenna, confondendo il ragazzo ancora di più. Poi gli presentò Tatti, discendente di Tenna, che gli narrò la storia della predizione di Opal la sognatrice, in cui si narrava di un uomo di ferro e di fuoco che avrebbe unito Deltora. Infine Greel disse che secondo lui quell'uomo era Adin. Poi prese una scatola d'oro da cui estrasse il Diamante, per porgerlo al ragazzo.

Dominio del Signore dell'Ombra Modifica

Quando la Cintura di Deltora fu distrutta, il Diamante venne portato da uno degli Ak-Baba presso la Valle degli Incantesimi. Il Signore dell'Ombra quindi prese il controllo su Fardeep, un uomo del Territorio dei Lapislazzuli, e lo obbligò a trasferirsi nella Valle, a diventarne il Guardiano ed a fingersi Endon. Dopodiché creò per lui uno splendido palazzo con una illusione nel quale il falso Endon iniziò a vivere.

Molte persone vennero attirate nella Valle, animate dalla speranza di impadronirsi del Diamante. Tuttavia nessuno riuscì a rubarlo, poiché la pietra portava sfortuna a colui che la sottraeva in maniera fraudolenta. Il guardiano concedeva a tutti coloro che desideravano impossessarsene di sottoporsi ad alcune prove e, una volta superate, i concorrenti avrebbero potuto asportare la pietra con pieno diritto. Tra le molte persone che cercarono di sottrarre la pietra, in maniera legittima o no, alcune morirono (es. Neridah), altre fallirono e vennero trasformati in fantasmi dal Guardiano e condannati a restare per sempre nella Valle a fargli da sudditi, mentre solo due superarono le prove.

La prima persona a sconfiggere il Guardiano fu Jarred, il quale si era messo in viaggio per cercare di ricostituire la Cintura di Deltora. Seguendo il percorso tracciato da Adin, si diresse verso il Territorio del Diamante e la Valle degli Incantesimi. Superò tutte le prove e si guadagnò il diritto a prelevare la pietra, ma quando scoprì che il guardiano era il suo vecchio amico Endon che era passato al lato oscuro abbandonò la sua ricerca e fuggì, perdendo le speranze.

Passati molti anni, Lief, Barda e Jasmine ritentarono le prove e le superarono tutte. Dopo aver scoperto che il guardiano era Endon, sconfissero i suoi quattro animali domestici e ruppero gli incantesimi che regnavano nella Valle. Il Guardiano rivelò di non essere Endon ma Fardeep, l'illusione in cui regnava si spezzò, i fantasmi ritornarono persone viventi ed il Diamante entrò nuovamente a far parte della ricostituita Cintura di Deltora.

Le Quattro Sorelle Modifica

Quando Lief ritornò a Del dopo aver sconfitto la Sorella dell'Ovest si accorse che in città era scoppiata la Peste di Tora. Utilizzò il Diamante per cercare di portare sollievo alla regina Sharn, dato che guarisce dalle epidemie.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.